Come azienda ad alta intensità energetica stiamo facendo uno sforzo sostanziale per ridurre al minimo le nostre emissioni di CO2

Gli obiettivi di riduzione delle emissioni

Entro il 2030, Cementir ridurrà del 25% le proprie emissioni dirette (Scope 1) e indirette (Scope 2) rispetto ai livelli del 2020. Tali target, validati dalla Science Based Targets Initiative (SBTi), sono coerenti con l’obiettivo di mantenere il riscaldamento climatico “ben al di sotto dei 2°C” (Well-below 2°C).

Ridurremo le nostre emissioni dirette a meno di 500 kg di CO₂ per tonnellata di cemento grigio (rispetto a 718kg nel 2020), mentre per il cemento bianco, che è un prodotto speciale con applicazioni e mercati di nicchia (0,5% del totale della produzione mondiale di cemento), il piano è di ridurre le emissioni a 800 kg CO₂ per tonnellata (rispetto a 915 kg nel 2020).

<500kg

di CO₂

Emissioni Dirette
Per tonnellata di cemento grigio
(lorde, scope 1)

<800kg

di CO₂

Emissioni Dirette
Per tonnellata di cemento bianco
(lorde, scope 1)

- 25%

vs. 2020

Riduzione delle Emissioni
Scope 1 e Scope 2
Target validato da SBTi

Questi obiettivi rientrano nella Roadmap di riduzione definita nella nostra Strategia di sostenibilità per cui investimenti green e target specifici sono stati definiti anche nel Piano Industriale e nel nostro sistema di incentivi a breve termine per i dipendenti.

Ridurre le emissioni di CO₂ rappresenta una priorità del Gruppo, ma non possiamo conseguire un futuro a zero emissioni da soli. È importante coinvolgere l’intera catena del valore nel percorso verso la transizione energetica, per raggiungere i risultati prefissati e rispondere alle richieste di istituzioni e investitori. Le questioni climatiche e le relative normative in materia di emissioni di CO₂ stanno influenzando anche il panorama dei fornitori, soprattutto in Europa.

"Il nostro settore sta cambiando radicalmente e noi vogliamo essere in prima linea."

Francesco Caltagirone Jr. Presidente e CEO del Gruppo Cementir

Il nostro coinvolgimento attivo

Siamo coinvolti attivamente in discussioni sulla politica industriale a livello globale e nazionale, che toccano tra gli altri temi legati proprio al cambiamento climatico.

Cementir partecipa inoltre al questionario Climate Change di CDP (Carbon Disclosure Project), l'organizzazione no-profit tra le più accreditate a livello internazionale per la valutazione della trasparenza nella diffusione di informazioni da parte delle aziende in tema di climate change ed emissioni gas serra. Nel dicembre 2020 abbiamo ottenuto una valutazione “B” per il “climate change”.

Le emissioni di CO₂

Le nostre attività producono diversi tipi di emissioni in atmosfera, principalmente anidride carbonica, polveri e ossidi di azoto e zolfo.
La produzione del cemento è un processo che fa un uso intensivo di energia termica, che rilascia emissioni di CO₂ sia dirette che indirette nell’atmosfera.

 

Il carbon footprint attuale

  • SCOPE 1

    Comprende le emissioni dirette legate alla calcinazione del calcare che, quando viene riscaldato nel forno ad alte temperature, rilascia CO₂.

    70% delle emissioni totali

  • SCOPE 2

    Include le emissioni indirette legate all’elettricità acquistata per il fabbisogno del Gruppo, ad esempio nei mulini di macinazione del cemento

    5% delle emissioni totali

  • SCOPE 3

    Include le emissioni che non sono sotto il diretto controllo aziendale, ma che sono indirettamente dovute all’attività aziendale

    25% delle emissioni totali

Nel 2020 le emissioni di CO₂ totali (dirette e indirette) del Gruppo ammontavano a circa 11,5 milioni di tonnellate, di cui circa il 70% è costituito da emissioni dirette (Scope 1).

Emissioni di CO2 totali del Gruppo (*) Unità di misura 2020
Emissioni di CO2 (Scope 1) t 7.977.232
Emissioni di CO2  (Scope 2) t 572.227
Emissioni di CO2 (Scope 3) t 2.941.199
Emissioni totali di CO2 t 11.490.659
Emissioni di CO2 Scope 1 - Cemento grigio kg CO2/TCE 718
Emissioni di CO2 Scope 1 - Cemento bianco kg CO2/TCE 915

(*) Emissioni generate da tutti i business del Gruppo. Il 98% delle emissioni sono collegate alla produzione di cemento grigio e bianco.

Le altre emissioni

Monitoriamo costantemente anche le altre emissioni in atmosfera, principalmente emissioni gassose quali ossidi di zolfo (SOx) e azoto (NOx) legate al processo di combustione per la cottura della farina cruda, ottenuta dalla lavorazione delle materie prime e da polveri derivanti dal processo di macinazione del clinker con gesso e altri costituenti per ottenere il cemento.
Investiamo nelle migliori tecnologie per minimizzare l’impatto delle emissioni sulle comunità locali e sull’ambiente.

Nel 2020, abbiamo monitorato le emissioni di NOx, SOx e polveri emesse da tutti gli stabilimenti del Gruppo con i seguenti risultati:
 

Emissioni 2020

11859

Azoto (NOx)

tonnellate
con un indice di emissione
per tonnellata di cemento
(kg/t TCE) pari a 1,15

2032

Zolfo (SOx)

tonnellate
con un indice di emissione
per tonnellata di cemento
(g/t TCE) di 197

680

Polveri

tonnellate
con un indice di emissione
per tonnellata di cemento
(g/t TCE) pari a 66

Ultimo aggiornamento: 16/10/2021 | 16:10